Logo Thus

Architecture, Design, Art, Lifestyle,
Communication around the world

THUS

Storytelling, photography and social media. Communication in the age of the Web EN/IT

Storytelling is the act of narrating based on the principles of narratology and rhetoric, whose purpose is persuasion, intended as the approval of the narrator’s thesis by a specific audience. It’s an ancient art that combines well with the new tools available. Narration thus becomes the tool to talk about events and experiences with a logic of meaning that belongs to the human experience

Storytelling, fotografia e social. Comunicazione nell’era del Web

Lo Storytelling è l’atto di narrare che si basa sui principi della narratologia e della retorica, il cui scopo è la persuasione, intesa come approvazione della tesi dell’oratore da parte di uno specifico pubblico. Un’arte antica che ben si coniuga con i nuovi strumenti a disposizione. La narrazione diventa quindi lo strumento per raccontare eventi ed esperienze secondo una logica di senso che appartiene all’esperienza umana

It’s about translating your experiences, emotions and work so that they can be communicated and easily memorized. Narration reorganizes the consequences and transfers them to the listener, who lets himself/herself get involved, attracted by the way these interact with his/her personal sphere. Storytelling applied to marketing and communication becomes an effective strategy to create engagement and loyalty, because it forces to remember, initiates and favours the development of new connections, stimulates the re-elaboration of experiences and creates a link with the context in which it’s embedded, thus favouring the construction of new stories and anecdotes

Si tratta di tradurre il vissuto, le emozioni, l’esperienza, il tuo lavoro, in un modo comunicabile e facilmente memorizzabile. La narrazione riorganizza le conseguenze e le trasferisce all’ascoltatore che si lascia coinvolgere, catturato dall’interazione fra queste e la sua sfera personale.

Lo storytelling applicato al marketing e alla comunicazione diventa una strategia efficace per il coinvolgimento e la fidelizzazione perché spinge a ricordare, avvia e favorisce la costruzione di nuovi collegamenti, stimola la rielaborazione di esperienze, crea un legame con il contesto in cui si inserisce favorendo così la costruzione di nuove storie e di nuovi aneddoti

Stories themselves are already forms of sharing and become tools to engage the audience thanks to the empathy they create. Therefore, storytelling should be considered a narrative form but also an art, with the inclusion of sounds and images. Specially designed videos and sounds are now an integral part of those promotion strategies that aim at conveying value-based emotions

Le storie sono già di per sé delle forme di condivisione che, grazie all’empatia che suscitano diventano strumenti nel coinvolgimento del pubblico. Lo storytelling quindi va inteso come forma narratologia ma anche artistica, con l’inserimento di suoni e immagini. Video e suoni appositamente realizzati sono ormai parte integrante delle strategie di promozione volte a trasmettere emozioni basate sui valori

Contrary to what one might think, storytelling is innate in all of us; we just have to overcome the mental block and free our creativity by finding the best formula to bring it out. We can create stories about anything! Therefore, we use narration to bring the public closer to our business, build a story that binds us with an invisible thread, a base for everything we are going to offer. Our story will be developed in its entirety

La capacità narrativa, al contrario di quanto si possa pensare, fa parte di noi, dobbiamo solo superare il blocco mentale e liberare la creatività trovando la formula migliore per tirarla fuori. Tutto può essere narrato! Narriamo dunque per avvicinare il pubblico alla nostra attività, per costruire un racconto che ci leghi con un filo invisibile, una base per tutto ciò che andremo a proporre. La nostra storia sarà costruita nella sua totalità

But how can we build engaging storytelling in the modern digital age? There are many options, we just have to choose the best strategy to communicate our work and brand, and there are many tools available to this purpose. Since we work in a sector where an image speaks more than a thousand words, the role of the main narrator should be assigned to the image. But this doesn’t mean a “plot” doesn’t exist

Ma come costruire uno sorytelling appetibile nell’era digitale moderna? Sono tante le possibilità che ci troviamo davanti, dobbiamo solo scegliere la strategia migliore per comunicare il nostro lavoro, il nostro brand e gli strumenti a nostra disposizione sono davvero tanti. Lavorando in un settore in cui l’immagine parla più di mille parole dobbiamo dare all’immagine il ruolo di narratore principale. Ma questo non significa che non esita una “trama”

We can talk about our brand and work with images, just like the story in a book, starting from the very beginning. There’s always something that triggered that idea and that particular choice; it’s up to us whether to share it. I always ask to create an “everything” folder as soon as a new project starts or is about to be developed. This “everything” folder will contain images (of others) that I will need to create a mood-board, as well as a file with notes or interesting links that aroused my curiosity or interest. Without realizing it, we’ll take our cues from this messy folder and when looking at it at the end of the creative process, we’ll find a story to tell. This is the first chapter of the book which can be narrated  also in the elaboration phase. The development of a “project”, whatever its nature, always generates some curiosity and expectation

Il nostro brand, il nostro lavoro, può essere raccontato in immagini, come la storia di un libro, partendo dall’inizio. Cè’ sempre qualcosa che ha stimolato quell’idea e quella determinata scelta, sta a noi decidere di raccontarla. Io chiedo sempre di fare una cartella del “ogni-cosa” non appena si comincia un progetto e si vuole sviluppare un progetto. In questa cartella del “ogni-cosa” ci saranno immagini (di altri) che mi serviranno per creare un mood-board, un file con degli appunti o dei link interessanti che hanno suscitato la mia curiosità o interesse. Senza rendercene conto prenderemo spunto da questa cartella disordinata e riguardandola alla fine del processo creativo, proprio li ci sarà una storia da raccontare. Questo è il primo capitolo del libro che può essere raccontato anche in fase di elaborazione. Lo sviluppo di un “progetto”, di qualunque natura sia, crea sempre una certa curiosità e aspettativa

Then, we can decide to use another folder for the creation process, from the white sheet of paper to the 3D object, where we’ll store development sketches, photos, 3D files and everything that happens along the way

Successivamente possiamo decidere di conservare in un altra cartella il processo di creazione, dal foglio bianco al tridimensionale, conservando schizzi evolutivi, foto, tridimensionali e tutto quello che succede nel percorso

Once our work is finished, we can use all these steps to create a unique story, choosing the most significant ones up to the final outcome. Having this material is important so that we can implement a good communication strategy from the very beginning, gradually narrating the stages of our project or dividing it into different parts, such as:

• Stages

• Topics

• Materials

• Functionalities 

• ..and everything else that comes to our mind

Una volta terminato il nostro lavoro possiamo creare un racconto univoco, fatto di questi passaggi, scegliendo i più significativi fino al lavoro finale. Avere tutto questo materiale a disposizione è importante per poter lavorare con una buona comunicazione che può cominciare subito, raccontando via via le fasi del nostro progetto, o dividerlo successivamente in varie parti come:

• Fasi

• Argomenti

• Materiali

• Funzionalità

• ..e tuto quello che ci viene in mente

In the new era of communication, images and videos are much more direct than any written story. Still, if we decide to put too much material together, we risk giving more importance to one thing rather than another

Questo perché nella nuova era della comunicazione l’immagine, il video sono molto più diretti di qualsiasi racconto scritto, ma se decidiamo di mettere troppo materiale insieme si rischia di dare più importanza ad una cosa invece che ad un’altra

That’s why once we create a story, we must split it into various posts for Facebook, tweets for Twitter, images for Instagram and videos for YouTube. This way, we’ll have a complete and complex plot to break up and present in many small autonomous units, each related to one another, thus creating a connection with those who want to follow our work

Ecco perché una volta creata, la storia deve successivamente essere destrutturata in vari post per facebook, in Twitt per Twitter, in immagini per Instagram, in video per YouTube. Avremo perciò una trama completa e complessa nella sua totalità, da decostruire e presentare in tante piccole unità autonome in relazione le une con le altre, creando cosi un legame con chi vuole seguire il nostro lavoro

Let’s be honest, there are times when everything we do seems ordinary to us, but are we sure it can’t become an exciting and engaging story for those who’ve never seen our activities? Experiences, anecdotes and related stories become the protagonists of images and narrations. Have you ever thought about your offline communities and how they could expand if only you shared their ideas and values online? All this can become narration, a story; a simple memory can turn into an engaging story, a problem can be simplified and narrated in a logical and organized way to spark a discussion

Diciamo, a volte tutto ciò che facciamo ci appare banale, ma siamo sicuri che non possa diventare una storia interessante e coinvolgente agli occhi di chi non l’ha mai vista? Esperienze, aneddoti, storie correlate diventano protagonisti di immagini e di racconti

Hai mai pensato alle community di cui fai parte off-line e a come potrebbero allora allargarsi se ne condividessi idee e valori on-line? Tutto questo può diventare narrazione, racconto, si può trasformare un semplice ricordo in una storia coinvolgente, può permettere a un problema di essere semplificato e raccontato in una maniera logica è organizzata su cui costruire un confronto

This narrative form can be applied to any aspect of your activity, even to your brand, and can be used to simplify the understanding and keep the attention of your audience/customer. Telling a story is not about minimizing your work, but instead having excellent skills, because let’s remember that the ultimate goal is persuasion. Like other narrative forms, storytelling creates expectations in our audience and we must fully satisfy them

Questa forma narrativa può essere applicata a qualsiasi aspetto, anche al tuo brand, per semplificare la comprensione e per tenere alta l’attenzione della tua platea / cliente.

Narrare non significa banalizzare, significa piuttosto avere le grandi competenze perché ricordiamolo l’obiettivo è quello di persuadere; Lo Strorytelling come altre forme narrative crea aspettative dell’audience che dovrà essere soddisfatto appieno

NEVER forget to use hashtags, tags and labels in your work!